Tag Archives: recessione

Chinatown economiche…a Modena..

15 Ago

L’altro giorno mi sono imbattuto in un banner pubblicitario alquanto “inquietante”; vendo tutto ai cinesi… La mia curiosità imprenditoriale e non, mi ha spinto rapidamente a cliccare su di esso ed entro in un sito il cui link fa tipo “cinesicompranotutto”. Praticamente si tratta di una agenzia che tu contatti in caso voglia vendere la tua attività o il tuo immobile e loro ti mettono subito in contatto con imprenditori cinesi per concludere l’affare.
Oggi è ferragosto, dicono che in città non cè nessuno, i negozi tengono tutti chiusi, tanto non verrà nessuno a ferragosto; la gente si è fatta la sua spesa per i due giorni che vengono e, sui giornali, si legge che la crisi sta distruggendo ogni cosa, anche se l’Italia forse tra un annetto uscirà dalla recessione. Io sono uno stimato fumatore e quindi, quale scusa migliore per andare a fare un giro fino alla macchinetta delle sigarette prima di pranzo il giorno di ferragosto. Bè non sono stato alla macchinetta no, mi sono fermato in uno dei centinaia di bar di cinesi che, ovviamente invece a Ferragosto, come tutti gli altri giorni e le altre sere, sono aperti. Appena entrato mi sono sentito come se fossi in mezzo ad un branco di pecore fermo in mezzo alla strada, gente fuori che chiacchiera con un caffe in mano sui tavolini, gente dentro che legge il giornale, gioca alle macchinette, acquista chewin gum o caramelline, paste, pizzette.
Sembrava un ristorante del centro al sabato sera in novembre, dove la gente fuori aspetta che si liberi il primo tavolo, al freddo, sfumacchiando.
Mi sono messo in fila pensando che dovevo andare alla macchinetta, invece, nel giro di un nano secondo, una brunetta con gli occhi a mandorla e un sorriso piccolissimo mi fa “prego ciao dimmi!” Sbigottito, intasco le ‘paglie’ ed esco…
Mentre rientravo, altri quattro bar rosticcerie e tabaccherie di cinesi erano affollate da Italiani come formiche su un formicaio. Hai capito questi cinesi, comprano tutto…e poi tengono anche aperto a ferragosto, la domenica, la sera fino all’una di notte. Ma ecco la domanda che forse farà arrabbiare qualche lettore: Che fanno invece gli Italiani delle loro attività?
Ascoltano il tg sentendo parlare di crisi e poi chiudono appena possono;i bar di Italiani sono meno forniti, meno cordiali perché mi capita spesso, in tabaccheria, di dover aspettare dieci minuti per prendere le sigarette perché la tabaccaia sta discutendo con una signora di gratta e vinci; alle sette e mezzo o prima son già tutti chiusi, ferie di venti giorni e poi, magari, ti ritrovi questi imprenditori modenesi nei bar dei cinesi a prendere i caffè la domenica mattina.
Del resto a Ferragosto si sa, chi vuoi che venga nel mio bar, la cittá è deserta, non cè nessuno, gli affari vanno male, i giornali dicono che nessuno va in ferie…..e il mio bar tabaccheria, lo tengo chiuso; e quando rientrerò dalle ferie, racconterò ai miei clienti dei giorni feriali di quanto le spiagge erano deserte, di quanto l’Italia stia andando a rotoli e invece quei dannati cinesi, hanno tutte le fortune del mondo…
Ovviamente non voglio generalizzare e la crisi è certo un problema reale ma io credo che, come diceva Einstein “è impossibile che le cose cambino se si continua a fare sempre la stessa cosa”. Mi sarebbe piaciuto andare in un bar di un modenese oggi, magari fare due chiacchere su quanta gente invece è in cittá a ferragosto, le strade sono piene, magari in dialetto, magari lui avrebbe potuto dire che non chiude di certo, che non perde opportunità invece, credo che tornerò da quel cinese entro sera….stasera grigliata ed io, ho voglia di una birra e li costa anche meno, oltre ad essere gli unici aperti…. Buon ferragosto
!

20130815-143752.jpg