Tag Archives: tasse

Chinatown economiche…a Modena..

15 Ago

L’altro giorno mi sono imbattuto in un banner pubblicitario alquanto “inquietante”; vendo tutto ai cinesi… La mia curiosità imprenditoriale e non, mi ha spinto rapidamente a cliccare su di esso ed entro in un sito il cui link fa tipo “cinesicompranotutto”. Praticamente si tratta di una agenzia che tu contatti in caso voglia vendere la tua attività o il tuo immobile e loro ti mettono subito in contatto con imprenditori cinesi per concludere l’affare.
Oggi è ferragosto, dicono che in città non cè nessuno, i negozi tengono tutti chiusi, tanto non verrà nessuno a ferragosto; la gente si è fatta la sua spesa per i due giorni che vengono e, sui giornali, si legge che la crisi sta distruggendo ogni cosa, anche se l’Italia forse tra un annetto uscirà dalla recessione. Io sono uno stimato fumatore e quindi, quale scusa migliore per andare a fare un giro fino alla macchinetta delle sigarette prima di pranzo il giorno di ferragosto. Bè non sono stato alla macchinetta no, mi sono fermato in uno dei centinaia di bar di cinesi che, ovviamente invece a Ferragosto, come tutti gli altri giorni e le altre sere, sono aperti. Appena entrato mi sono sentito come se fossi in mezzo ad un branco di pecore fermo in mezzo alla strada, gente fuori che chiacchiera con un caffe in mano sui tavolini, gente dentro che legge il giornale, gioca alle macchinette, acquista chewin gum o caramelline, paste, pizzette.
Sembrava un ristorante del centro al sabato sera in novembre, dove la gente fuori aspetta che si liberi il primo tavolo, al freddo, sfumacchiando.
Mi sono messo in fila pensando che dovevo andare alla macchinetta, invece, nel giro di un nano secondo, una brunetta con gli occhi a mandorla e un sorriso piccolissimo mi fa “prego ciao dimmi!” Sbigottito, intasco le ‘paglie’ ed esco…
Mentre rientravo, altri quattro bar rosticcerie e tabaccherie di cinesi erano affollate da Italiani come formiche su un formicaio. Hai capito questi cinesi, comprano tutto…e poi tengono anche aperto a ferragosto, la domenica, la sera fino all’una di notte. Ma ecco la domanda che forse farà arrabbiare qualche lettore: Che fanno invece gli Italiani delle loro attività?
Ascoltano il tg sentendo parlare di crisi e poi chiudono appena possono;i bar di Italiani sono meno forniti, meno cordiali perché mi capita spesso, in tabaccheria, di dover aspettare dieci minuti per prendere le sigarette perché la tabaccaia sta discutendo con una signora di gratta e vinci; alle sette e mezzo o prima son già tutti chiusi, ferie di venti giorni e poi, magari, ti ritrovi questi imprenditori modenesi nei bar dei cinesi a prendere i caffè la domenica mattina.
Del resto a Ferragosto si sa, chi vuoi che venga nel mio bar, la cittá è deserta, non cè nessuno, gli affari vanno male, i giornali dicono che nessuno va in ferie…..e il mio bar tabaccheria, lo tengo chiuso; e quando rientrerò dalle ferie, racconterò ai miei clienti dei giorni feriali di quanto le spiagge erano deserte, di quanto l’Italia stia andando a rotoli e invece quei dannati cinesi, hanno tutte le fortune del mondo…
Ovviamente non voglio generalizzare e la crisi è certo un problema reale ma io credo che, come diceva Einstein “è impossibile che le cose cambino se si continua a fare sempre la stessa cosa”. Mi sarebbe piaciuto andare in un bar di un modenese oggi, magari fare due chiacchere su quanta gente invece è in cittá a ferragosto, le strade sono piene, magari in dialetto, magari lui avrebbe potuto dire che non chiude di certo, che non perde opportunità invece, credo che tornerò da quel cinese entro sera….stasera grigliata ed io, ho voglia di una birra e li costa anche meno, oltre ad essere gli unici aperti…. Buon ferragosto
!

20130815-143752.jpg

Mi manca la paura del buio…..

19 Apr

All’inizio di questa crisi, di questi cambiamenti e sconvolgimenti dello SPREAD; all’inizio di questa ossessione che i Media hanno fatto venire a tutti con i mercati finanziari che continuano, non si sa come, a guardare e giudicare quello che l’Italia fa perchè devono essere convinti che ce la faremo; all’inizio dei TG in cui passava frastornante la notizia della crisi economica finanziaria o delle dimissioni di Berlusconi…io ho avuto un po’ di paura. Mi chiedevo se sarebbe davvero crollata la situazione e una domanda mi venne senza formularla..direttamente dentro di me ed era: Adesso cosa faccio? ce la farò??.

Credo di essere uno dei tantissimi che si è chiesto questo, uno che non ha stipendio a fine mese, uno che non ha la possibilità di guardare le notizie impassibile…io non posso… e quindi che faccio??

Certo non ho lo stipendio tutti i mesi anzi devo pagare soldi perché però ho la macchina, le bollette,il cellulare e tante altre cose; certo non ho la possibilità di guardare i TG impassibile ma ho una cosa più importante, avevo e ho i miei sogni! che fine faranno i miei sogni mentre anziani-politici e professori si spartiscono quel che rimane della nave che affonda…che fine faranno i miei discorsi sul futuro…che fine farà il mio futuro?!ma poi, la nave affonda davvero o ci dicono di buttarci a mare e loro se la riparano? La paura non nego salì vertiginosamente soprattutto dopo aver saputo dell’IVA,gli aumenti del carburante e per chi con l’auto e le autostrade ci deve lavorare,la situazione diventa difficile sul serio. Come diventa difficile a chi ha figli da mantenere,affitto da pagare e senza sosta e incessanti come le bastonate di un pazzo, continuano ad arrivare le bollette,la luce,il gas,i conguagli,i rifiuti,l’F24,l’ISEE,l’ISEO,l’IMU,il regime dei minimi se non hai 35 anni, la disoccupazione nell’anno solare precedente al biennio in cui hai lavorato per due settimane,il 740 che però può anche chiamarsi UNICO…aspetta anche il bollo della macchina, i fumi,la caldaia da controllare…cazzo allora è vero che ci stanno davvero prendendo per il culo.

Nella mia breve vita ho imparato alcune cose fondamentali tra cui:

  • se non sai e non capisci      qualcosa informati,studiala più che puoi
  • se non lo fai…moltissima      gente può derubarti di qualcosa senza che tu possa replicare

E’ un pò come quando ti arriva la lettera dalla banca tipo ‘modifica UNILATERALE del contratto’ e ci sono tipo 10 pagine scritte a carattere 0,01…quanti di voi le hanno davvero lette??

Oggi non ho molta paura dei TG e delle notizie che spaccano con titoli in bella pagina sui giornali e la sera nella mia cucina,ora ho paura di restare indietro con qualcosa che si stanno inventando…non devo restare indietro…non devo perché l’ignoranza della legge non scusa nessuno !! ma se si inventano balle su balle tutti i giorni, oltre a tutto il resto, so che dovrò pagare di più e non so se il mio sogno, se i miei sogni sono ancora raggiungibili ormai,io continuo a crederci ma ho paura di fare la figura di quello che guarda il dito mentre il dito punta alle sue spalle. Ho paura di tutta la gente e soprattutto i ragazzi come me che vivono tranquillamente felici,cullati in mezzo a falsità e ignoranza e che preferiscono MTV al telegiornale.

Questa è la vera forza del sistema e credo sia la Nostra paura e i nostri risparmi, nonché i nostri sogni infranti a farci perdere la voglia di capirci qualcosa in mezzo a questo casino e abbandonarci alle scelte di un vecchio…che non saprà mai quali erano i miei sogni…sa di gioco psicologico di forza,sa di facciamo a chi si stanca prima…

Forse non sono né il primo né l’ultimo a sparare a zero su queste cose e sapete che penso?? meno male…dobbiamo stare informati e con la mente sempre aperta…vi ricordate quella pubblicità della gazzella e del leone? io alla mattina, un pò gazzella mi ci sento…e quando son stanco è davvero un bel problema….ma se fossimo 100.000 gazzelle stanche e incazzate che corrono dietro al leone che succederebbe??